Inizia la stagione di Ostia Lido

Dopo la lunga pausa estiva si è svolto presso il Centro Sportivo “Anco Marzio” il consueto raduno pre-campionato della squadra arbitrale a disposizione dell’O.T.S., guidata quest'anno da Luca Parente per il calcio a 11 e da Marco Ingenito per il calcio a 5. Una tappa fondamentale per gettare le basi dell’imminente stagione, organizzata al meglio in una due-giorni colma di appuntamenti.

La giornata di sabato si è aperta con i tradizionali test atletici, svoltisi sotto la massima attenzione del Presidente Paolo Ricci e del nuovo preparatore atletico sezionale Massimo Chiesa, coadiuvato da alcuni ragazzi degli organici regionali e nazionali venuti a dare il loro apporto.

Terminato il pranzo, al quale si sono uniti gli Osservatori Arbitrali guidati da Giuseppe Sciancalepore, l’intero gruppo si è spostato nei locali sezionali: qui ha potuto ascoltare le parole del componente del Settore Tecnico Cristiano Partuini, che ha illustrato le innovazioni portate dalla Circolare n.1 con l’ausilio di numerosi filmati: “Dobbiamo conoscere il regolamento e dimostrare di avere subito la giusta soluzione ai problemi che incontriamo, solo così siamo inattaccabili – ha spiegato Partuini – in questo modo accumuliamo credibilità, fondamentale nel momento in cui commetteremo un errore e tutti saranno pronti a darci addosso”.

Insieme a lui Antonio Di Blasio, anch’esso sotto l’egida di Alfredo Trentalange nonché associato di Ostia Lido. Concluso il prezioso intervento si è giunti al momento dei quiz tecnici, con i quali si è chiuso il primo giorno di raduno.

L'indomani, appuntamento presso i locali sezionali, dove gli Organi Tecnici hanno impartito le prime direttive per la nuova stagione,

A seguire, il componente del Comitato Regionale Arbitri Lazio Ivan Magnani, ha consegnato le nuove disposizioni tecnico-tattiche rilasciate dalla commissione regionale, intrattenendo la platea con un’illuminante disamina degli elementi fondamentali dell’arbitraggio, sottolineando l’importanza dei comportamenti tenuti al di fuori del campo di gioco: “Non possiamo sbagliare nulla a livello comportamentale – spiega Magnani – perché i campionati che dirigiamo sono di alto livello e i riflettori sono sempre puntati su di noi. Per dieci cose fatte bene, ne basta una sbagliata fuori dal campo e la nostra immagine ne esce distrutta”.

Prima della chiusura è giunto ai ragazzi della sezione anche il saluto di Matteo Marchetti, arbitro effettivo in forza alla C.A.N. PRO, il quale ha voluto augurare una buona stagione ai ragazzi. Proprio dalle sue mani, sono stati poi ritirati i premi andati a chi si è maggiormente distinto nel corso del raduno.

Per concludere, il segretario Giovambattista Verdecchia ha consegnato le nuove divise agli associati, ricordando loro di indossarle sempre con orgoglio e augurandogli il meglio per la stagione a venire.